Usa, la rivincita dei blog Venduto l'Huffington

Il più famoso sito d'informazione americano, fondato nel 2005 dalla giornalista Arianna Huffington, è stato comprato dal colosso dei servizi per internet Aol per 315 milioni di dollari. L'obiettivo è 100 milioni di visitatori al mese solo negli Usa<br />

New York - Quando nacque, nel 2005, il progetto era ambizioso, questo sì. Ma nessuno avrebbe mai immaginato che The Huffington Post divenisse uno dei siti d'informazione più seguiti al mondo. Ora, diventato "grande", sarà acquistato dal colosso dei servizi internet Aol. Le due società hanno annunciato l’accordo domenica seraa mezzanotte e un minuto: Aol verserà 315 milioni di dollari, trecento in contanti. Per la società si tratta della acquisizione più importante da quanto si è separata nel 2009 da Time Warner.

Arianna Huffington resta La direttrice e ispiratrice del sito continuerà a occuparsi della sua creatura e avrà anche il controllo di tutti i contenuti editoriali di Aol come presidente della nuova società Huffington Post Media Group. Oltre a avere la responsabilità di tutti i notiziari di Aol, locali e internazionali, la Huffington si occuperà anche delle altre imprese media del gruppo come like MapQuest e Moviefone. L’accordo consentirà anche al vecchio Huffington Post - sito icona della sinistra liberal americana - di raggiungere un nuovo pubblico, sino ad arrivare ad almeno 100 milioni di visitatori potenziali al mese nei soli Stati Uniti.