Usa-Russia: via ai negoziati per il disarmo

Obama ha concordato col collega russo Medvedev di avviare negoziati per giungere ad un nuovo accordo
sulla riduzione degli armamenti strategici Start. Il presidente degli Stati Uniti andrà a Mosca nel prossimo luglio

Londra - Aria di disgelo tra Stati Uniti e Russia. La "Guerra fredda" è finita da un pezzo, gli equlibri internazionali sono cambiati ma gli armamenti dei due paesi sono ancora imponenti. Il presidente americano Barack Obama ha concordato col collega russo Dmitri Medvedev, durante il loro primo incontro a Londra, di avviare negoziati per giungere ad un nuovo accordo sulla riduzione degli armamenti strategici Start. I due presidenti, afferma un comunicato congiunto, hanno chiesto ai negoziatori di riferire i primi risultati entro il prossimo luglio. L’accordo Start scadrà il prossimo 5 dicembre.

Scudo spaziale Il disgelo prevede anche la possibilità di una cooperazione reciproca nel quadro dello scudo anti-missile.

Nuovi limiti alle testate Medvedev fa sapere che i colloqui sul nuovo trattato porranno la base per progressi su altri dossier aperti fra i due Paesi. Come ha precisato il portavoce della Casa Bianca, Robert Gibbs, i due Presidenti non hanno fissato i limiti che verranno posti al numero delle testate nucleari dei due Paesi, ora compresi fra 1.700 e 2.200. Sarà anche questo oggetto dei negoziati. 

Obama a Mosca a luglio Medvedev si è detto felice di vedere il collega americano Obama a Mosca il prossimo luglio, in occasione del loro nuovo incontro al vertice. Lo ha riferito la Itar-Tass. Il nuovo summit, ha aggiunto il leader del Cremino, sarà una buona occasione per la conoscenza reciproca fra i componenti delle due squadre presidenziali.