Usa, via allo scudo fiscale Stretta sui contribuenti: "E' la fine di un'epoca"

Anche gli Stati Uniti si preparano a mettere in campo lo scudo fiscale: oltre 14.700 i
cittadini statunitensi titolari di conti offshore cui è stata
offerta la sanatoria in cambio del
versamento di tasse non pagate

Washington - Anche gli Stati Uniti si preparano a mettere in campo lo scudo fiscale. Secondo i dati resi pubblici dalla Casa Bianca, ammonterebbero a più di 14.700 i cittadini statunitensi titolari di conti offshore cui è stata offerta dall’amministrazione Obama la sanatoria in cambio del versamento delle tasse non pagate.

La stretta sul fisco I titolari dei conti offshore hanno ricevuto dall’amministrazione un termine entro cui devono volontariamente rivelare i rispettivi dati, versando al Fisco le somme dovute con sanzioni pecuniarie ridotte e nella maggioranza dei casi con la garanzia di non subire procedimenti penali. "Il messaggio ai contribuenti americani è chiaro: l’epoca del segreto bancario e dei beni nascosti è finita", ha detto il vice ministro della Giustizia David Ogden.