Usa: per la sinistra una virata afrocentrista

Caro Granzotto, mi dica una cosa, stiamo diventando pazzi? Diamo per buono che l’elezione di Barack Obama alla presidenza degli Usa è una svolta epocale che farà cambiare il mondo, diamo per assodato che un presidente nero rappresenta la realizzazione del sogno dell’intera umanità, ma il coro di indignazione per la battuta di Berlusconi sull’abbronzatura di Obama a me sembra davvero esagerato, ipocrita e fuori luogo. Ma allora anche tutte le espressioni scherzose tipo «viso pallido» o «culo bianco» con le quali i vari Eddie Murphy, Denzel Washington o Morgan Freeman canzonano i bianchi nei loro film dovrebbero essere censurate, non trova?