Usa: sotto ghiaccio ma solo da morti

Si chiama Alcor Life Extension Foundation. Ha sede negli Stati Uniti, in Arizona, a Scottsdale ed è senza fini di lucro. Sembra che alla fine dello scorso mese nei suoi elenchi risultassero 908 clienti e 88 pazienti già congelati. Come funziona? In pratica si pagano circa 200mila dollari dilazionati negli anni che precedono la morte per assicurarsi un posto nel primo centro americano che applica le tecniche criogeniche: il freddo che conserva le membra umane in attesa della speranza futura di un risveglio che ad oggi la scienza non permette. Il sangue viene estratto e sostituito con glicerina, il corpo viene progressivamente raffreddato a testa in giù con azoto liquido sino a -190 gradi. Il procedimento prende il via solo dopo la morte del soggetto. Tra i clienti della Alcor una donna di 101 anni e anche una ragazza di 22. www.alcor.org