Uscita dal coma accusò di lesioni il suo ex: assolto

Assolto per non aver commesso il fatto. Questa la sentenza emessa nei confronti di Giovanni Giordano, il 47enne che era stato accusato - la notte di Capodanno del 2000 - del tentato omicidio dalla convivente, risvegliatasi dal coma dopo 5 anni. I giudici lo hanno assolto per insufficienza di prove. Per l’assoluzione determinanti le deposizioni di due medici legali secondo i quali lesioni riportate dalla donna sono compatibili con un incidente stradale e non con un'aggressione.