Utili alle stelle (più 85%) grazie a India e Cina

da Milano

Utili record per Nokia nel terzo trimestre con il titolo che balza in Borsa di circa il 3 per cento. Il maggior produttore di telefoni cellulari del mondo ha visto i profitti salire dell’85% grazie al successo dei nuovi modelli che hanno portato via clienti ai concorrenti specialmente a Motorola. Nonostante la flessione dei prezzi dei cellulari, i volumi di vendita sono saliti grazie soprattutto ai cellulari a basso prezzo (sotto i 30 euro) che vanno a ruba in Cina e in India, mentre i margini sono migliorati tramite un attento controllo dei costi. Grazie a questi fattori, nei tre mesi l’utile per azione del gigante finlandese è raddoppiato salendo a 0,40 euro da 0,21 dello stesso periodo 2006. Il risultato ha battuto tutte le stime degli analisti, che andavano da 0,27 a 0,38 euro. Il fatturato si è attestato a 12,9 miliardi, in crescita del 28 per cento. Nel trimestre Nokia ha venduto 111,7 milioni di cellulari, quasi quanto i suoi tre più stretti rivali (Motorola, Samsung e Lg) complessivamente. Il gruppo vede la sua quota di mercato proiettata al 39%, in linea dunque con il 38,9% previsto dagli analisti. Il prezzo medio dei cellulari continua, però, a scendere passando a 82 euro dai 90 del secondo trimestre e contro gli 89 attesi dagli analisti. Secondo Nokia nel 2007 nel mondo verranno venduti 1,1 miliardi di cellulari.