Utili record per i colossi assicurativi

da Milano

I colossi del settore assicurativo europeo sfidano la crisi dei subprime. Mentre Generali, dopo la tempesta dei mutui Usa, rivede al rialzo gli obiettivi nel prolungamento al 2009 del piano industriale, Allianz e Axa, numero uno e numero due in Europa, potrebbero registrare nel 2007 profitti record. In base alle stime di 18 analisti interpellati dall’agenzia Bloomberg, quest’anno Allianz dovrebbe guadagnare 8 miliardi di euro, il 14% in più del 2006. Secondo gli stessi analisti l'utile di Axa dovrebbe salire del 14% a 5,8 miliardi.
Nel caso di Allianz, meno dello 0,2 per cento dei 1.000 miliardi di euro di asset sono stati investiti in titoli legati ai subprime Usa. Lo stesso vale per Generali e Axa che hanno definito «estremamente limitato» il possibile impatto dei titoli collegati ai subprime.
«La grande sorpresa di questa crisi è che le compagnie assicurative hanno mantenuto quello che avevano promesso, è cioè di essere in grado di controllare i rischi che assumono», ha detto Michael Huttner, analista di JPMorgan Chase.
Gli assicurativi sono i titoli più a buon mercato tra i 18 comparti dell’indice azionario europeo Dow Jones Stoxx 600, con un rapporto prezzo-utili pari a 10 volte l’utile stimato per i prossimi 12 mesi, secondo i dati elaborati da Bloomberg. Allianz è scambiata a un valore pari a nove volte gli utili.
L’indice Dow Jones Eurostoxx del settore assicurativo ha perso oltre il 4,1% negli ultimi tre mesi in seguito alla crisi scatenata dal dilagare delle insolvenze sui mutui per la casa negli Usa.