«V Alpini, platani salvi con nuove tecnologie»

Per gli undici platani di Largo V Alpini si apre un altro capitolo. E un’altra speranza. Perché ieri il sindaco di Milano Gabriele Albertini, intervenuto nel corso di una riunione del Comitato attuatori del traffico, ha deciso di approfondire il progetto per il parcheggio sotterraneo. Obiettivo: verificare la possibilità di effettuare gli scavi salvando tutti i platani sani che si crescono sull'area interessata dai lavori.
Di questi undici alberi, solo sette risultano trapiantabili. Il Sindaco commissario ha quindi incaricato il Settore Strade-Parcheggi-Segnaletica di richiedere ai soggetti promotori di valutare nuove tecnologie di scavo che permettano di lasciare nel loro sedime anche gli altri quattro platani.
Il progetto del parcheggio aveva raccolto nelle settimane scorse diverse contestazioni sia dagli abitanti del quartiere che dagli stessi consiglieri di Palazzo Marino (anche della maggioranza). Sotto accusa l'abbattimento delle piante, in vista della realizzazione di un parcheggio sotterraneo da 478 posti auto. «La necessità di un parcheggio in Largo V Alpini c'è, e quindi si realizzerà. Ma il verde non può essere sacrificato così facilmente» ha commentato Bruno Simini, capo delegazione in Giunta per Forza Italia e membro del Comitato attuatori del traffico.