Va a casa dell’amico per fargli coraggio Crolla il palazzo: lui illeso, l’altro muore

Illeso, dopo otto ore passate sotto le macerie, con il solo conforto del padre che per tutto quel tempo gli parlava per incoraggiarlo mentre i soccorritori con molta cautela rimuovevano le macerie sotto le quali era finito assieme all’amico deceduto per il terremoto. È accaduto a un giovane aquilano, Gianluca, di 24 anni, che per puro caso l’altroieri era andato a dormire a casa di un suo amico studente, il quale aveva paura del terremoto, in un palazzo di piazzale Paoli, in una zona centrale dell’Aquila. L’amico è morto, lui si è salvato. Lo stabile di quattro piani è venuto tutto giù. Gianluca, che si è salvato, una volta soccorso è stato portato in ospedale dove gli hanno applicato un collare. A raccontare i particolari del fatto è stato il padre il quale ha raccontato che la sera prima Gianluca gli aveva detto che non sarebbe tornato a casa perché un amico, terrorizzato dalle continue scosse degli ultimi giorni, gli aveva chiesto di dormire con lui alla casa dello studente. La scossa delle 3.32 li ha seppelliti. Gianluca ha saputo solo più tardi che il suo amico era morto.