Va in fiamme villetta disabitata Morti 100 gatti

Un centinaio di gatti sono morti, in parte intossicati, in parte bruciati dalle fiamme di un incendio che si è sviluppato ieri pomeriggio in una villetta di via Massimiano 21, in zona Crescenzago. Secondo i vigili del fuoco, che hanno lavorato fino a tarda ora per spegnere gli ultimi focolai e compiere quindi gli accertamenti necessari, l'incendio potrebbe essersi sprigionato da uno dei numerosi lumini accesi all'interno dell'abitazione. La proprietaria è una professoressa, della quale non sono state fornite le generalità, che ospitava nella sua abitazione disabitata e diroccata i numerosi «mici». Gli animali erano però tenuti all’interno di altrettante gabbiette, un particolare che ha dunque impedito agli animali di mettersi in salvo quando l’incendio è poi divampato. A dare l'allarme, intorno alle 16.45, i dipendenti di un'officina situata nella stessa via Massimiano che hanno chiamato il 115. I vigili del fuoco sono arrivati in forze e in breve hanno avuto ragione delle fiamme. Solo quando sono entrati nell’abitazione, alla ricerca di eventuali vittime, hanno scoperto i gatti, quasi tutti morti intossicati: solo quattro infatti apparivano carbonizzati.