«Va garantita la sicurezza»

«È positivo che dalla Regione venga la proposta di estendere ai phone center quelle norme che sono già obbligatorie per ogni esercizio pubblico, quale l'obbligo di servizi igienici o l'abbattimento delle barriere architettoniche. Ci si stupisce che fino ad oggi queste norme non siano state applicate». A dirlo è Cristiana Muscardini, coordinatore regionale di An. «Ho chiesto all'onorevole Mazzocchi di presentare un progetto di legge che favorisse un maggiore monitoraggio di queste strutture - aggiunge -. In questo momento si deve assicurare il regolare svolgimento delle attività di telefonia garantendo però una maggiore sicurezza nei quartieri in cui sono presenti questi esercizi».