Va in pressing su Cattolica

Bpvn

Banca Popolare di Verona sarebbe prossima a proporre un accordo a Cattolica Assicurazioni. Il corteggiamento si protrae da tempo ma il gruppo di Carlo Fratta Pasini, che oggi terrà l’assemblea dei soci, sembra intenzionato a rompere gli indugi facendo la prima mossa. Al momento si tratta di indiscrezioni, che i rispettivi presidenti, Giuseppe Camadini e Fratta Pasini, non hanno però smentito. Le voci su un’ipotesi di intesa tra i due gruppi si erano delineate nel corso dell’assemblea di Cattolica di fine aprile. Ipotesi definita «affascinante» dalla banca scaligera anche se Cattolica era da subito apparsa fredda. Nel caso si stringesse un forte accordo societario con Bpvn, l’ad Ezio Paolo Reggia sarebbe infatti costretto a trovare una soluzione per gestire il ricco portafoglio di accordi di bancassurance della compagnia. Uno dei principali è con Banca Lombarda, dal cui quartier generale è stata più volte ribadita «grande perplessità» davanti alle conseguenze di un’eventuale integrazione Cattolica-Bpvn.