In vacanza con il medico: un clic per ricette e pareri

Arriva "Viaggia in salute", la "app" dell'Azienda sanitaria con la mappa delle malattie e un Sos in caso di emergenza

Le palme e il mare sono lo sfondo (un po'naif, ma meglio di insetti e acqua inquinata) dell'applicazione Viaggia in salute, neonato strumento per smartphone e tablet prodotto da Asl Milano. Si tratta di un'app per tenersi i consigli del medico in tasca, ovunque si va, ma soprattutto nelle destinazioni più esotiche, dall'Afghanistan a Cuba. Servirà a sapere cosa fare per prevenire la malaria e per intervenire in caso di punture da insetti, per ricordarsi di prendere la medicina e per sapere quali cibi evitare. Nella home di Viaggia in salute c'è tutto: i rischi, le mappe delle malattie, la profilassi, i consigli e il check-in prima di partire. Un salvagente con scritto «SOS» permette di configurare i cinque numeri di telefono cui inviare un messaggio di aiuto preimpostato in caso di emergenza. Compatibile con Android e iOS, completamente gratuita, diventa un piccolo compendio del viaggiatore informato, piacevole anche da guardare: alcuni video mostrano i rischi di un gelato artigianale in Marocco e l'utilità di una zanzariera sotto cui tutta la famiglia può proteggersi dalla West Nail.

«Abbiamo scelto un linguaggio semplice e non medico, così da poter essere d'aiuto a tutti», ha spiegato Massimo Faccini, responsabile della struttura di profilassi delle malattie infettive e vaccinazioni. C'è persino il Malaria Tutor, una piccola agenda che ricorda al viaggiatore orari e modalità di assunzione del farmaco per la profilassi. Le mappe coprono tutte le principali malattie infettive e ne mostrano la diffusione nel mondo: la Dengue, l'Epatite A, l'Encefalite Giapponese e la Febbre Gialla, la Meningite e la Febbre Tifoide. Nella sezione «check in», Viaggia in salute ti istruisce su cosa mettere in valigia per portare con te la farmacia, oltre che quali controlli sanitari effettuare prima della partenza. Per ogni Paese, ci sono le informazioni sui rischi più comuni e i recapiti di ambasciate e consolati italiani. Per diarrea, colpi di calore, morso d'animali e febbre, un prontuario di consigli e misure da adottare subito. In inglese, francese e spagnolo ci sono le frasi utili da dire sul posto, dal «Non mi sento bene» al «Dov'è l'ospedale più vicino?».

«È un nuovo inizio per noi sulla strada dell'applicazione di nuove metodologie per comunicare con i cittadini», ha commentato Walter Locatelli, direttore generale dell'Asl di Milano. Utile soprattutto considerando i numeri dei milanesi ammalati dopo un viaggio: il 30% di chi parte non ha mai usato protezioni anti-zanzara nelle zone malariche e il 20% non ha assunto correttamente la profilassi consigliata. Al rientro dal viaggio, 3 milanesi su 10 accusano almeno un disturbo. «Negli ultimi 4 anni - riporta l'Asl - sono stati 149 i casi di malaria segnalati al rientro in persone che non avevano adottato le misure di profilassi durante viaggi ad alto rischio», 9 volte su 10 in Africa. Ma spaventa anche la Dengue, con 52 casi da importazione nel 2013 contro i 26 del 2012.

A volte si preferisce rivolgersi a internet invece che al medico di fiducia. Con questa app, è il medico a rivolgersi a te. Non solo lui, tra i video disponibili all'interno dell'app ce n'è anche uno girato da Giovanni Storti, del trio comico Aldo Giovanni e Giacomo. Si trovano in un barcone su un fiume e ne approfittano per ricordare l'importanza della profilassi nei paesi tropicali. «Qui si prende la Malaria», dice Giovanni. Con la salute si scherza: «Te la attaccano anche i coccodrilli».