In vacanza a passo d'uomo tra le voci della via Francigena

Ha la voce di una sirena la Via Francigena senese. Ti cattura in un batter d'occhio, senza neppure accorgerti sei stregato dalle dolci colline toscane dipinte con una tavolozza di verdi brillanti, a tratti ovattati, ed esaltati dalla luce della terra di Dante. L'idea per vivere una Toscana fuori dagli schemi è quella di percorrere a piedi un tratto della strada che i pellegrini solcavano nel Medioevo da Canterbury per arrivare a Roma, controcorrente nel segno di un nuovo modo di vivere le vacanze: quello del Movimento Lento.
L'idea è quella di percorrere il tragitto da Radicofani a Monteriggioni, facendo tappa a Bagno Vignoni, Montalcino, San Giovanni d'Asso, Lucignano d'Arbia e Siena percorrendo una media di 25 chilometri quotidiani per raggiungere la meta in sei giorni.
L'impresa è solo in apparenza impossibile: è invece a portata di tutti, l'importante è essere in buona salute. Il consiglio è dunque di partire in un periodo dell'anno non troppo caldo e affrontare l'avventura in gruppo. Il percorso è segnalato: bisogna dotarsi della cartina della Via Francigena - ricordandosi che non esiste un solo e unico percorso - e tenere gli occhi aperti a caccia del viandante negli abituali color rosso e bianco. Meglio partire di buon'ora dopo una bella colazione, e portarsi nello zaino il necessario per un pranzo leggero. Il percorso si snoda dalla terra del bandito gentiluomo Ghino di Tacco attraversando le prime colline per arrivare a Bagno Vignoni, paesino che al posto della classica piazza ha una vasca di acqua termale. Con la possibilità di godersi il relax alla Spa dell'Hotel Le Terme, l'albergo che si affaccia sul cuore del paesino - potete chiedere la camera 104: aprendo la finestra della stanza sarete immersi nella vasca della piazza - e ha un centro benessere rigenerante.
Il tratto da Bagno Vignoni a Torrenieri attraversando le colline, costeggiando i «cipressetti», l'immagine simbolo della Val d'Orcia offre un paesaggio da cartolina. Il panorama cambia avvicinandosi a Montalcino dove dominano i vigneti del Brunello fino a San Giovanni D'Asso: i dolci poggi della Val d'Orcia lasciano il posto alle più selvagge collinette delle Crete Senesi. Poi attraverso Buonconvento e Lucignano d'Arbia ci si avvicina a poco a poco a Siena e la vista della città dà la forza di mettere l'uno davanti all'altro i passi lungo i poggi. E affrontare la folla dopo giorni di cammino immersi nella natura è un miscuglio di sensazioni: la gioia di raggiungere la meta che si mescola al disorientamento dato dall'improvviso tuffo fra gente, auto e rumori.
Il tratto conclusivo fa rotta verso Monteriggioni, classico borgo medievale che si poggia su una collina. Per affrontare la Francigena vi consigliamo di rivolgervi ai servizi con mappe aggiornate di ItinerAria (www.itineraria.eu, tel. 0161.987866, info@itineraria.eu). Vacanza lenta fa rima con cibi a chilometro zero che in questa zona di Toscana sono superaltivi: da non perdere i pici fatti a mano cacio e pepe, le verdure locali di stagione e soprattutto i pecorini di Vergelle fatti dalla famiglia di pastori sardi arrivati nelle Crete senesi alla fine degli anni '50.
Segnaliamo per l'ospitalità Hotel Le Terme di Bagno Vignoni (da 85 euro a persona compresa colazione e ingresso centro benessere), l'agriturismo Vergelle (www.vergelle.it località Vergelle di San Giovanni d'Asso, tel. 380.5188996) del circuito Green Terre di Siena e Slow Tuscany a partire da 40 euro a notte per persona, sopra un colle c'è l'agriturismo Podere Canapaccia (www.poderecanapaccia.it, via Cassia 2 località Canapaccia, tel. 0577.834 547) con il suo ottimo Brunello di Montalcino - da provare l'annata 2003 - a partire da 40 euro a persona. A Siena consigliamo una cena al Ristorante Gallo Nero (www.gallonero.it, via del Porrione 65, tel. 0577.284356, menù a partire da 25 euro) che ha riscoperto le ricette medievali oltre all'agricoltura biologica. Per chi volesse essere totalmente «green» e abbandonare l'auto si viaggia in treno prima a Firenze e poi a Siena, dopodiché ci sono i pullman (www.griforama.it e www.sienamobilita.it), il viaggio da Milano a Buonconvento dura circa 6 ore. Info generali: www.turismo.intoscana.it.