In vacanza vanno in missione

Sono un centinaio i giovani della diocesi di Genova che quest’estate trascorreranno due settimane delle loro vacanze estive in una delle tante missioni gestite da sacerdoti e religiosi genovesi. In tutto, tra luglio e settembre, partiranno otto gruppi, ciascuno dei quali sarà accompagnato e guidato da un sacerdote. Meta privilegiata sono le due missioni diocesane di Cuba e Santo Domingo ma tra le destinazioni vi sono anche Perù, Brasile, Congo e Burundi.
Il primo gruppo, partito ieri mattina, è accompagnato dal vice direttore dell’Ufficio Missionario diocesano, don Francesco di Comite, diretto in Perù.
Recentemente i «giovani missionari» hanno incontrato l’arcivescovo di Genova, monsignor Angelo Bagnasco, che ha ricordato loro di partire per ritornare a Genova con maggiore slancio ed entusiasmo per essere testimoni di Cristo nell’ordinario e per essere capaci di vivere la propria fede nella quotidianità della propria vita. L’arcivescovo ha inoltre donato a ciascuno dei ragazzi un rosario.
Come ha affermato don Di Comite «questa iniziativa è stata pensata per dare la possibilità a tanti giovani di fare una forte esperienza formativa e per dar loro l’occasione di collaborare con le Diocesi ospitanti».
«Siamo molto contenti - ha aggiunto - perchè quest’anno, per la prima volta, siamo riusciti a sostenere e ad accontentare un così elevato numero di ragazzi».
Iragazzi diretti in Perù opereranno nella missione dei Padri Cappuccini a Lima e durante il loro soggiorno saranno ricevuti in udienza da monsignor Lino Panizza, originario della provincia di Savona, e attualmente vescovo di Lima e della diocesi di Carabayllo.
La Regione Liguria ha voluto contribuire al rimborso di una parte delle spese vive che i ragazzi dovranno affrontare anche se le risorse necessarie derivano, per lo più, da forme di autofinanziamento.