Le vacanze di Berlusconi tra fan e giardinaggio

Il Cavaliere ha trascorso gli ultimi due giorni dedicandosi alle piante
nella sua villa in Costa Smeralda. Forse il 14 uscirà per una cena a
casa di amici. Deputati e senatori che dicono di essere lì "per caso"
insistono per "fargli un salutino". E i paparazzi lo attendono al varco

nostro inviato a Porto Rotondo

Ancora non ha sbollito del tutto la sfuriata per le foto pubblicate dal settimanale Oggi, che lo ha immortalato in compagnia della giornalista irachena Michelle Noury diventata per l'occasione una «mora dieci e lode». Perché, è andato ripetendo più d'una volta, «hanno trasformato un'intervista in chissà cosa».
Così, sarà anche in cerca di un po' di relax che Silvio Berlusconi ha passato gli ultimi due giorni chiuso a villa Certosa a spostare e rispostare piante e cactus, con buona pace del capo dei giardinieri Giuseppe Carteri (lo stesso che girando il mondo in cerca di piante esotiche ha scovato un cactus che il Cavaliere ha ribattezzato il «cervello di Tremonti»). Un modo per cercare di isolarsi un po' e non pensare troppo alle cose della politica, dalle quali negli ultimi giorni pare essersi del tutto isolato. Al punto che più d'una volta ha preferito non farsi trovare da deputati e senatori che, a sentir loro casualmente di passaggio, si sono presentati a punta Lada per un «breve salutino». Chiedendo pure di tanto in tanto a Gianni Gamondi - l'architetto che ha di fatto creato villa Certosa e che si occupa di qualsiasi immobile della famiglia Berlusconi - di fare da anfitrione per le visite guidate del giardino. Una cosa «da non crederci», ha mormorato a più d'uno, «visto che per depistarli mi ero pure messo a dire che non sarei venuto in Sardegna».
E invece no. A Porto Rotondo il Cavaliere resta una delle attrazioni più attese. Con i fotografi appostati senza sosta sia nella piazzetta sia davanti al molo di villa Certosa. Dove verso l'una, mentre leva gli ormeggi la figlia Barbara insieme a un gruppo di amici, attracca il Magnum di Flavio Briatore. Che pranza a casa Berlusconi e svela all'ex premier qualche retroscena in più sul caso Billionaire-Bruce Willis. E gli racconta del prossimo viaggio in Calabria, dalle parti di Soverato, dove conoscerà i genitori della fidanzata Elisabetta Gregoraci.
Per l'ex premier, dunque, vacanze in famiglia. Con Emilio Fede che lo verrà a trovare domani e resterà una notte a villa Certosa per poi trasferirsi sulla splendida barca a vela d'epoca di Daniela Santanchè (un 48 metri del 1920), che da giorni veleggia nelle acque di Porto Rotondo. Se si farà vedere fuori, assicura chi lo sente in queste ore, non sarà prima del 14 agosto, quando dovrebbe andare alla festa di Anna Pelz, vicina di casa e amica di vecchia data di mamma Rosa (che per la prima volta da dieci anni è stata costretta a rinunciare alla Sardegna da una broncopolmonite). Oppure a casa di Sergio Dompè, presidente di Farmindustria.
Per il 17, invece, Berlusconi è tra gli invitati a Porto Cervo dall’ex ministro e oggi senatore di Forza Italia, Lucio Stanca. Che come suo solito cucinerà di persona prima che si passi a una sorta di karaoke collettivo con canzoni napoletane (pare che l'anno scorso sia rimasta negli annali la prestazione di un altro senatore azzurro, Pietro Lunardi).
Sul fronte politico, invece, poche le novità. Nell'intervista al settimanale Tempi (quella della «mora dieci e lode») torna sulla fragilità del governo che, dice, «cadrà da solo» visto che ci sono «più di 10 milioni di italiani» che sono «pronti a scendere in piazza pur di mandare a casa Prodi». Con un accenno a Pier Ferdinando Casini, ovviamente in chiave grande centro. «In un sistema bipolare - spiega Berlusconi - dovrà necessariamente restare nel centrodestra».