Vacanze, economia tedesca in ripresa. E in Romagna torna "Herr Fritz"

Grande attesa sulla Riviera Adriatica dell’Emilia Romagna per i flussi turistici dalla Germania (3,2 milioni di presenze nel 2006), in crescita grazie alle migliori condizioni socio-economiche<br />

La riviera Adriatica dell’Emilia Romagna è al top negli "appetiti turistici" dei tedeschi. Dopo un 2006 che ha visto in Riviera 3.233.000 presenze turistiche dalla Germania, quest'anno si registra un incremento del +3,3%. La Germania rappresenta, dati alla mano, il 40,9% delle presenze straniere in riviera. Se per il mercato turistico europeo Egitto e Turchia perderanno posizioni, Slovenia e Croazia manterranno flussi stabili, e Grecia, isole Mediterranee e Canarie registreranno incrementi, il traffico turistico indipendente in auto verso l’Italia di tedeschi è in aumento. Secondo l’Osservatorio Turistico Regionale dell’Emilia Romagna, complici la vicinanza geografica della costa romagnola, l’accessibilità della rete stradale e i collegamenti low cost dalla Germania verso gli scali di Rimini, Forlì e Bologna, le spiagge tra i Lidi di Comacchio e Cattolica si preparano ad accogliere nuovamente il loro ospite storico.

Non solo, quest’anno ci saranno più soldi nelle tasche dei tedeschi e quindi più voglia di vacanza per “Herr Fritz”, con la Romagna pronta a sfoderare elementi di sicura attrattiva per i vacanzieri teutonici, dalla convenienza dell’offerta ricettiva alla ricchezza e accessibilità delle strutture, senza dimenticare il carattere eminentemente “italiano” –e quindi particolarmente apprezzato dai tedeschi- della sua cucina, atmosfera e stile di vita. In Germania si attende il ritorno di una congiuntura positiva, come ha annunciato l’altro ieri Der Spiegel, con gli istituti economici che prevedono un aumento del 2.5% del PIL (un punto in più delle pur già ottimistiche ultime previsioni).

La riviera Romagnola intende sfruttare queste opportunità, puntando sulla formula “all inclusive”, a cui i tedeschi sono particolarmente sensibili, e ponendo particolare attenzione al mantenimento di prezzi concorrenziali. La forte attesa sulla presenza turistica in Riviera dalla Germania è motivata anche dalla serie di azioni che APT Servizi ha attuato sul mercato tedesco. «Con 53 milioni di viaggi, la Germania–spiega Andrea Babbi, Amministratore Delegato di APT Servizi- è il paese europeo che fa più viaggi all’estero e come tale costituisce un mercato particolarmente ambìto.

In definitiva la Riviera Adriatica dell’Emilia Romagna gioca sul mercato tedesco un ruolo di primo piano. Original italienisch: Emilia Romagna dal “volto italiano” Emilia Romagna come regione dell’originalità italiana, ovvero come corollario di personaggi, luoghi e prodotti che incarnano lo spirito italiano per antonomasia agli occhi dei tedeschi. Questo il tema ispiratore della campagna “Original italienisch”, realizzata dall’agenzia teutonica Fischer Appelt per conto di APT Servizi Emilia Romagna.