Le vacanze di Natale cancellano la crisi: si parte

Indagine della Camera di Commercio. Per le vacanze due italiani su 100 andranno negli Stati Uniti, uno su venti, invece sceglierà le capitali europee. Un milanese su cinquanta sceglie il ritorno al paese d’origine e i lombardi si
dimostrano anche i più risparmiatori, investendo nelle vacanze 743 euro contro i
mille dei partenopei

Non c’è crisi che tenga. Non c’è crisi che tenga, il Natale è sacro e gli italiani non hanno nessuna intenzione di rinunciare né alle feste, né alle vacanze di Natale. Questo vale per la maggior parte, perché un italiano su venti sceglie di risparmiare non partendo o facendo viaggi più brevi. E così in molti stanno già preparando le valigie per affrontare questi quindici giorni di pausa con una spesa media di circa 854 euro. Se uno su dodici parte subito dopo il 25 dicembre, quasi un fortunato su venti trascorrerà in vacanza tutto il periodo delle feste. Dove? La maggior parte si sposterà lungo lo stivale per andare a trovare parenti e famiglie, ma anche per semplice turismo. Anche l’Europa figura nella top ten della mete natalizie: le capitali europee infatti sarà scelta da un italiano su venti. Ma c’è anche chi non rinuncia al sole d’inverno e sceglie località balneari come il Mar Rosso e Ibiza, mentre per l’effetto Obama tornano di moda gli Stati Uniti, destinazione di due italiani su cento. Lo rivela un’indagine condotta dalla Camera di commercio di Milano che ha intervistato 807 italiani, di cui 270 a Milano, 268 a Roma e 269 Napoli. Il 15% degli italiani, invece, andrà in vacanza ma non ha ancora deciso dove.

Tra i milanesi tanti, rispetto al resto d’Italia, scelgono di tornare nel paese di origine (uno su cinquanta) italiano od estero, tra i romani invece risulta alta la percentuale di chi va negli Stati Uniti (3,4%) mentre tra i napoletani sono gettonatele capitali europee (8,8%). Nonostante i napoletani rimangano i più indecisi, tanto che il 17,6% opta per le vacanze last minute rispetto al 15,3% degli italiani, sono pronti a investire nelle vacanze di Natale quasi 1.000 euro a testa, più dei romani, con 886 euro, e dei milanesi, che prevedono una spesa media di 743 euro. Proprio per non rovinarsi le vacanze, la Camera di commercio ha attivato il servizio di conciliazione della Camera Arbitrale di Milano, azienda speciale della Camera rivolto alle imprese e ai consumatori. La conciliazione, strumento per risolvere conflitti di natura commerciale, è utile anche al turista ed al tour operator per definire le incomprensioni derivanti da una vacanza che ha dato qualche problema