Le vacanze romane? Sbornie e fantasmi

Sbornia e visioni vanno a braccetto. Lo sanno bene gli studenti americani, attratti più dal vino che dai musei della capitale. E quando sale lo stato etilico arrivano i fantasmi. Come quelli pubblicizzati da un sito internet che proponeva, oltre a un «dark tour» per le vie del centro alla scoperta di pub, anche storie di apparizioni spiritiche tipicamente «romane». Un’allettante proposta al costo di 15 euro a notte tra piazze e monumenti come gli «scalini spagnoli» (continuano a chiamarla così la scalinata a Trinità dei Monti) e fontana di Trevi. Notti di vino in stile gotico con partenza alle 20,30 da piazza Barberini. Ma il raggiro, che fruttava un discreto guadagno a due giovani statunitensi, è stato scoperto dagli agenti del commissariato Trevi. Le tappe erano i pub e i locali del centro dove ogni sosta significava una «bevuta». Oltre ai 15 euro i giovani sborsavano gli extra e quando all’alba il giro terminava, le due finte guide lasciavano clienti a Campo de’ Fiori. Gli agenti hanno posto fine ai dark tour individuando 25 statunitensi, tra i 20 e i 25 anni, e denunciando 2 loro connazionali per guida abusiva.