La Valbormida riparte con il ministro Scajola

Oggi all’esame a Roma anche il caso Ferrania

Il rilancio di Ferrania e della Valle Bormida, nel Savonese, oggi riparte con prospettive concrete per la produzione industriale e l’occupazione. Questo è stato reso possibile da fattivo intervento del Ministro per lo Sviluppo Economico, Claudio Scajola, che si è impegnato per superare le criticità che erano state introdotte dal suo predecessore e che di fatto rendevano impossibile una ripresa per questa zona e i suoi abitanti. Una riunione tecnica per il rilancio di Ferrania e della Val Bormida si svolgerà, oggi, presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico, a Roma. L’appuntamento vedrà riuniti i rappresentanti degli Enti locali interessati (Regione Liguria, Provincia di Savona e Comune di Cairo Montenotte), i responsabili tecnici dei Ministeri coinvolti nell’operazione (Ambiente, Infrastrutture e Trasporti), nonchè i rappresentanti dell’Agenzia per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa (ex Sviluppo Italia) e dell’Autorità Portuale di Savona. Si rimette così in moto l’iniziativa avviata a suo tempo dallo stesso ministro Claudio Scajola, con l’accordo di programma messo a punto nel marzo 2006.