Vale scherza Pedrosa no

Jerez. L'attesa è tutta per Rossi e Pedrosa, ma aspettando le prove ufficiali di oggi, la sfida per il momento è soltanto verbale. Con un Valentino inedito, molto pacato. Una battuta di Rossi alla presentazione del team Yamaha di Milano - «Pedrosa è fisicamente poco più di un bambino» -, è stata interpretata in maniera errata dallo spagnolo: «Ho 21 anni, non sono un bambino. Io gioco a correre, non a parlare». «Lo sbaglio è mio - getta acqua sul fuoco Vale -: ho la battuta pronta e mi faccio fregare. Devo stare più attento. Non voglio avere con lui il rapporto che ho avuto con Gibernau e Biaggi».
Nelle libere, Rossi ha faticato, considerando anche i temponi di fine febbraio. «Però non siamo andati male e siamo tutti molto vicini». In effetti, in meno di un secondo ci sono 15 piloti e tra il miglior tempo del sorprendente Checa con la Honda e il 10º, Alex Barros, ci sono solo 5 decimi, con Pedrosa 2º, Stoner 4º, Rossi 6º, Capirossi 11º e l'influenzato Melandri 12º.