Vale scivola Hayden è campione

Un mondiale finito male. L’illusione di farcela: la pole position, 8 punti da amministrare, Nicky Hayden laggiù, lontano, nella griglia di partenza. Poi tutto si è capovolto: una partenza imbarazzante, la rimonta dell’americano già alla prima curva, le incertezze di Valentino, la caduta alla seconda curva del quinto giro. Doveva essere l’ottavo titolo mondiale di Valentino Rossi, il sesto consecutivo nella classe regina del motociclismo e invece è diventato il primo di Hayden, il ragazzo che quindici giorni fa volava via tradito dal compagno Pedrosa e che ha avuto la serenità necessaria per crederci fino in fondo. Per Rossi una resa elegante: «Scusate, non sono un supereroe».