Valencia, Luna Rossa annichilisce Bmw Oracle: 1-0 in semifinale 

La barca italiana, grazie alle scelte di Torben Grael in una giornata di vento capriccioso, mette a segno il primo punto nelle semifinali della Louis Vuitton Cup. New Zealand batte Desafio. Si regata al meglio dei nove match race

Valencia - Partenza incredibile nelle semifinali di Louis Vuitton Cup. Luna Rossa travolge Bmw Oracle in una giornata di vento da terra molto difficile da interpretare in mare. L'equipaggio italiano, grazie alle scelte del tattico Torben Grael, indovina tutti i salti di vento. Contiene i ritorni degli americani di poppa e chiude alla grande: con oltre due minuti di vantaggio. Sulla stessa line anche l'altra regata con New Zealand che batte Desafio senza troppi problemi. Domani è già tempo della seconda giornata di semifinali. Si regata al meglio dei nove match race: chi ne vince cinque va in finale. Le barche vincenti si contenderanno la Louis Vuitton Cup, dal primo giugno. Chi conquisterà il trofeo avrà il diritto di sfidare Alinghi per la coppa America, dal 23/6.

Luna Rossa-Bmw Oracle Partenza appaiata per le due barche. Chris Dickson in pre-partenza porta James Spithill tra le barche spettatori per riuscire a tenere la destra. La barca del team italiano parte in leggero vantaggio, ma il vento è debole e saranno decisivi i rapidi cambiamenti sul percorso. Proprio grazie a un salto di vento a sinistra Luna Rossa riesce a guadagnare quasi un paio di lunghezze su Bmw Oracle (40 metri). Gli americani cercano la separazione molto ampia (oltre 700 metri) per cercare altro vento. Con le magie del tattico Torben Grael Team Prada gira alla prima boa con 52 secondi di vantaggio sugli americani. Una lezione di "fiuto".
Secondo lato Ma nella prima poppa Chris Dickson si riscatta. Naviga in un buono di vento e riesce ad accorciare le distanze. In boa gli americani riescono a riportarsi in scia della barca italiana che gira con soli 7 secondi di vantaggio, complice anche qualche problema sul genoa in boa.
Terzo lato De Angelis vuole ricostruire il vantaggio conquistato nel primo lato. La barca italiana sembra più veloce di bolina, ma tutto è affidato ai capricciosi salti del vento di terra. Luna Rossa torna saldamente in testa: il virtual indica più di 100 metri di vantaggio per l'equipaggio di Patrizio Bertelli. Le magate di Torben Grael portano gli italiani in boa con un vantaggio abissale: +1'21" sugli americani.
Ultimo lato Team Prada cerca la destra del percorso per mantenere le distanze da Bmw Oracle. Spithill stramba e si tiene sulla linea che delimita il campo di regata. Dickson tenta la rimonta impossibile, quella che gli è riuscita nella poppa precedente, ma Luna Rossa sembra riuscire a resistere. Anzi, incrementa. Team Prada chiude con 2'19" di vantaggio. Domani gara-2.

New Zealand-Desafio I kiwi partono in testa e guadagnano subito margine sui verdi padroni di casa che, a bordo, come diciottesimo uomo, hanno re Juan Carlos. New Zealand vince con 43" di vantaggio, grazie a due guadagni molto consistenti nei due lati di bolina.