Valentino fa 45 anni di moda e «prenota» AltaRoma

Roma torna a essere capitale della moda grazie a Valentino. Il maestro dell’alta moda è salito ieri in Campidoglio per presentare la tre giorni che dal 6 all’8 luglio festeggerà nella capitale i suoi 45 anni di carriera, con una sfilata, una mostra retrospettiva, balli, cene e altri eventi. E in questa occasione annuncia che sta seriamente pensando di accettare l’offerta di AltaRoma di diventare presidente della società che promuove il fashion nella città, al posto lasciato vuoto da Stefano Dominella.
Non è tutto: uno degli scenari eccezionali che Roma offrirà a Valentino per la sua manifestazione è il tempio di Venere, che si affaccia sul Colosseo e i Fori. Per la cena del 6 luglio che accoglierà gli ospiti stranieri, da Caroline di Monaco con i figli a Claudia Schiffer, da Elle McPherson a Gwyneth Paltrow, da Meryl Streep ad Anne Wintour (direttore di Vogue Usa), a Donald Trump, il monumento edificato da Adriano sarà «resuscitato» con suggestive colonne in vetroresina e capitelli corinzi di legno dallo scenografo Premio Nobel Dante Ferretti. Ma Valentino darà un contributo di 200mila euro per il restauro dell’antica struttura. Lo hanno annunciato nella magnifica sala dell’Esedra dei musei capitolini il sindaco Veltroni e il ministro Rutelli. «Questo è un atto di mecenatismo molto bello che renderà la visione del tempio ancora più spettacolare», dice Francesco Rutelli.
«Sono molto felice - dice il Maestro -, perché mi ritrovo qua, mentre tanti si chiedevano quando mi sarei ritirato dalle scene. Sono invece sulla breccia più alto che mai, soprattutto, sono molto onorato di far vedere a Roma quello che ho saputo fare per 45 anni». Roma ringrazia e promette anche di realizzare il sogno del grande sarto, dedicandogli un museo nella capitale.
«I luoghi più belli di Roma, da togliere il fiato, saranno messi a disposizione del maestro della bellezza», dice Veltroni. Tutto comincerà al Museo dell’Ara Pacis, con l’inaugurazione della mostra «Valentino a Roma: 45 Years of Style», retrospettiva di circa 300 abiti e materiali d’archivio che ripercorrono il mezzo secolo di attività creativa del couturier. Il secondo giorno sarà dedicato alla sfilata con la quale, dopo 17 anni di fuga a Parigi, Valentino presenterà la sua nuova collezione al Complesso monumentale di Santo Spirito in Sassia. Seguirà un gran ballo al Parco dei Daini, nel cuore di Villa Borghese, con cena per mille invitati e altra scenografia artistica di ferretti. Domenica 8 luglio, ci sarà il lancio del nuovo profumo Rock’n’Rose Couture, ancora all’Ara Pacis. Sarà anche presentata al pubblico una monografia sulla vita e alle creazioni di Valentino, concepito come un oggetto di design.
Ma Roma spera che questo sia solo l’inizio di un rapporto durevole. Andrea Mondello, presidente della Camera di commercio di Roma che è maggiore azionista di AltaRoma, dice che se il maestro accetterà di presiederla sarà lui a individuare i «Valentino di domani», [NOTE][/NOTE]perché questa è la vocazione stessa della società.