Valentino in forte crescita

Piazza Affari ha chiuso in calo la settimana in linea con le altre Borse europee. Il Mibtel ha ceduto lo 0,51%, l’S&P/Mib lo 0,41%, il TechStar lo 0,18% e l’AllStars lo 0,28%. I listini sono stati spinti al ribasso dai titoli petroliferi (EuroStoxx meno 3%), indeboliti dal calo del prezzo del petrolio. Tenaris ha ceduto il 3,98%, Saipem il 3,94%, Eni l’1,59%, mentre Erg (meno 4,03%) ha accusato l’abbassamento del target price a 18,6 euro da parte di Goldman Sachs. È balzata invece Alitalia (più 4,63%) grazie alle voci di nuove alleanze. Scambi record sul titolo, con il 9% del capitale passato di mano. Sugli scudi anche Lottomatica (più 3,5%) su cui Ubs ha avviato la copertura con il giudizio buy e con un target price di 33,1 euro. Prese di beneficio su Fiat (meno 2,7%) in scia al forte ribasso del comparto auto in Europa. Tra le banche, bene Bpi (più 1,61%), Sanpaolo (più 1%), in controtendenza Mediobanca (meno 1,79%). Ben intonati i titoli del lusso Valentino (più 2,45%) e Bulgari (più 1,31%) sostenuti dalla speculazione circa un possibile interesse del gruppo francese Ppr. Tra le mid cap è balzata Basic Net (più 3,93%) che ha annunciato un accordo di licenza per 8 anni con House of Scandinavia.