Valentino passa di mano e dice addio alla Borsa

da Milano

Valentino cambia di mano ed esce dalla Borsa. La celebre maison d’alta moda fondata da Valentino Garavani 45 anni fa, sarà infatti acquistata da Red & Black Lux (R&B), società facente capo ai fondi Permira, già titolare del 29,6% del capitale. La società ha stipulato un contratto per l’acquisto del pacchetto del 10,8% nelle mani della famiglia di Paolo Marzotto ed entro luglio promuoverà quindi un’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria sul 100% di Valentino a un prezzo di 35 euro per azione.
Un valore, si legge in una nota, che rappresenta un premio dell’1,6% sul prezzo ufficiale di borsa del titolo Valentino dell’altro ieri, del 9,2% sulla media del trimestre e del 23,1% sulla media degli ultimi dodici mesi. Il controvalore dell’offerta, nel caso di adesione pari al 100%, sarà di 1,8 miliardi di euro. Permira revocherà così la quotazione in Borsa dei titoli Valentino.
Le azioni della famiglia Marzotto saranno trasferite una volta ottenute le autorizzazioni antitrust. Quanto a Valentino Garavani, 75 anni, nonostante abbia ceduto ceduto le sue quote nel 1998 è sempre il principale stilista della maison che è valutata 2,6 miliardi di euro.
Sul fronte finanziario l’operazione è complessa.Il fondo Permira, o meglio la sua controllata R&B che gestisce l’operazione ha sottoscritto con Tidus, posseduta da Gaetano, Stefano, Nicolò e Luca Marzotto un contratto di sottoscrizione di un bond convertibile a partire dal dicembre prossimo sul 12,4% del capitale di Valentino. Tidus a sua volta farà il suo ingresso in R&B con una quota di minoranza attraverso un aumento di capitale.
Inoltre come conseguenza dell’Opa Permira dovrà anche promuovere un’offerta pubblica volontaria sulla totalità delle azioni ordinarie e privilegiate della società Hugo Boss, dato che quest’ultima è controllata da Valentino al 79%. La società tedesca di abbigliamento ha circa 5700 negozi in più di 100 paesi ed è valutata 3,4 miliardi di euro. L’Offerta sarà promossa ad un prezzo pari alla media ponderata per quantità trattate sui prezzi fatti registrare dalle azioni ordinarie e privilegiate di Hugo Boss durante il periodo di tre mesi precedente l’annuncio dell’offerta. I prezzi saranno determinati dall’autorità tedesca di controllo dei mercati. L’offerta su Hugo Boss dovrebbe essere avviata entro il mese di luglio per concludersi entro settembre. R&B finanzierà entrambe le offerte facendo ricorso a prestiti che sono stati già concessi da Citigroup, Bayerische Hypo und Vereinsbank e Mediobanca.Inoltre, nel caso in cui, ad esito dell’offerta R&B detenesse più del 98% delle azioni ordinarie di Valentino, eserciterà il diritto di acquistare le residue azioni ordinarie. Consulenti finanziari di Permira nell’operazione sono Mediobanca, che fungerà anche da coordinatore dell’offerta, Citigroup, Unicredit Markets & Investment Banking, Eidos Partners e Banca Leonardo. Ieri il titolo Valentino è stato sospeso in Borsa per tutta la seduta.