Valentino Rossi e la Pellegrini in lizza per l'Oscar dello Sport

Il 10 marzo ad Abu Dhabi verrà assegnato il Laureus Sport Awards: Valentino è nella rosa come sportivo dell'anno e se la vedrà con Bolt, Federer, Contador, Messi e Bekele. Tra le donne Federica è in lotta con Steffen, Fraser, Richards, Vonn e Serena Williams.

È l'Oscar dello sport, il premio più ambito dagli assi di tutto il mondo. E quest'anno nelle nomination ci sono anche due italiani, la supercampionessa italiana del nuoto Federica Pellegrini e il re del motociclismo Valentino Rossi. Sono loro insomma i nostri volti per il Laureus World Sports Awards 2010 che verranno cosegnati il 10 marzo ad Abu Dhabi. La Pellegrini, che ha abbattuto la barriera dei quattro minuti nei 400 metri stile libero, è inclusa nella rosa delle candidate per il Laureus World Sportswoman of the Year Award (Campionessa dell'anno), mentre Rossi è in lizza per il Laureus World Sportsman of the Year Award (Campione dell'anno) per la quinta volta.
Tra le candidate al Laureus Sportswoman Award (Campionessa dell'anno) vi sono Serena Williams, che si è aggiudicata un riconoscimento Laureus già due volte, la nuotatrice tedesca Britta Steffen, le campionesse di atletica leggera Shelly-Ann Fraser e Sanya Richards, e la sciatrice statunitense Lindsey Vonn.
Rossi invece se la vedrà con Usain Bolt, vincitore del premio Laureus dello scorso anno, Roger Federer, che si è aggiudicato il riconoscimento Laureus quattro volte, il maratoneta etiope Kenenisa Bekele, il vincitore del Tour de France Alberto Contador e Lionel Messi, brillante calciatore argentino che milita nel Barcelona. Giacomo Agostini, membro della Laureus World Sports Academy, ha ovviamente già garantito il suo voto: «Vale èsenza dubbio il più grande motociclista della sua generazione e uno dei più grandi di tutti i tempi. Ha perso i Mondiali nel 2007 ed è tornato più forte che mai vincendoli nel 2008 e 2009, da vero campione. Se qualcuno dovesse dubitare della passione che lo anima, basta guardarlo in pista. È un fenomeno. I record sono fatti per essere battuti e penso che non ci sia persona migliore di Valentino per battere il mio record e gli faccio i miei complimenti»".
per quanto riguarda le altre categorie, grande lotta per il Laureus World Team of the Year Award (Squadra dell'anno): con i Los Angeles Lakers e i New York Yankees ci sono il Barcellona calcio, la nazionale tedesca di calcio femminile, il team Brawn Formula One e alla nazionale maschile sudafricana di rugby. Nell'elenco delle nomination per il Laureus World Breakthrough of the Year Award (Rivelazione dell'anno) vi sono tre britannici: il campione del mondo di Formula Uno Jenson Button, il ciclista del Tour de France Mark Cavendish e il campione di tuffi Tom Daley. Nella rosa dei candidati vi sono anche il tennista argentino Juan Martin del Potro, vincitore degli US Open, il sudcoreano Ji Yai Shin, giovane golfista di talento, e la squadra di calcio tedesca del VFL Wolfsburg.
Tra i nominati della categoria Laureus Comeback Award (Ritorno dell'anno) vi sono alcuni grandi veterani dello sport: Lance Armstrong, ciclista del Tour de France e già vincitore di due Laureus, Brett Favre, quarterback americano, e Tom Watson, leggenda del golf. Anche la campionessa di tennis belga Kim Clijsters e le giovani atlete Jessica Ennis (britannica) e Blanka Vlasic (croata) sono incluse nelle nomination.
Il maratoneta australiano su sedia a rotelle Kurt Fearnley, che ha percorso 96 km lungo la Kokoda Trail in Papua Nuova Guinea per svolgere un lavoro di sensibilizzazione sui problemi di salute maschili, è stato nominato per la seconda volta in quattro anni nella categoria Laureus World Sportsperson of the Year with a Disability Award (Atleta diversamente abile dell'anno), insieme al suo compatriota Justin Eveson, giocatore di pallacanestro su sedia a rotelle, a Gizem Girismen, campionessa turca di tiro con l'arco, al giapponese Shingo Kunieda, campione di tennis su sedia a rotelle, al ciclista tedesco Michael Teuber e alla nuotatrice sudafricana Natalie du Toit, che gareggia in competizioni per atlete normodotate e diversamente abili.
I surfisti dominano la categoria Laureus World Action Sports Award (Atleta dell'anno di uno sport d'azione), con i campioni del mondo Mick Fanning e Stephanie Gilmore, candidati insieme all'americano Greg Long e al campione francese di windsurf Antoine Albeau. In lizza vi sono anche il campione americano di skateboard Chris Cole e il biker britannico Danny MacAskill.
Edwin Moses, Presidente della Laureus World Sports Academy, ha dichiarato: «È stato un grande anno sportivo e sarà molto difficile per l'Academy decidere quali di questi sportivi dovranno essere premiati. Quest'anno si sono svolti alcuni campionati mondiali entusiasmanti e siamo stati testimoni di prestazioni sportive individuali straordinarie. Mi complimento con tutti i candidati e attendo con ansia quella che sarà una grande cerimonia di premiazione».