Valeo prende il volo a Parigi

Le incerte previsioni sull’andamento dei tassi Usa hanno condizionato la tendenza a New York, con riflessi anche sulle piazze europee. La Borsa Usa, che nei giorni scorsi aveva potuto contare su «trimestrali» positive, ha cambiato umore dopo le previsioni negative di Ups per il terzo trimestre, che perdeva a due ora dalla chiusura perdeva oltre il 13%; giù anche la rivale FedEx (meno 5%), in calo anche 3M (meno 6%). Nel settore finanziario le delusioni sui risultati hanno penalizzano Legg Mason (meno 10%). Chiusure con risultati alterni in Europa: tra le piazze più importanti, Francoforte ha terminato in rosso, nonostante Deutsche Börse (più 1,6%) e Continental (più 2,7%). A Londra hanno ripreso a correre le società minerarie, con Corus e Xtrata in crescita del 3,4%, mentre a Parigi corre Valeo (più 8,6%) nonchè i titoli dell’auto. Crollo a Mosca del titolo Yukos (meno 12% all’indice generale) sulla proposta di liquidazione della società.