Della Valle gela Firenze: «Niente città dello sport»

Firenze Andrea Della Valle si arrende: il suo ambizioso progetto di costruire una Cittadella dello sport per la Fiorentina deve essere accantonato, almeno per un po’. All’uscita dal campo di allenamento dei viola, il presidente dei gigliati si sfoga. «La Cittadella, per la famiglia Della Valle, ad oggi è un capitolo chiuso. Almeno i politici dormiranno sonni tranquilli. A Firenze c’è una cricca a cui piace destabilizzare l’ambiente». Della Valle è stanco di dover combattere con poteri che non hanno nulla a che vedere col mondo del calcio e che strumentalizzano la questione della Cittadella. «È un gioco al massacro che porta solo cose negative - si lamenta sul sito ufficiale dei viola - cerchiamo di isolare queste persone». Nel mirino di Andrea Della Valle quelli che, approfittando del momento difficile della squadra viola, stanno prendendo di mira la proprietà della Fiorentina e il suo impegno. «Sento dire - ha aggiunto - che la Fiorentina non è per me una priorità, che vengo a Firenze il fine settimana solo per fare una passeggiata. I tifosi veri, i fiorentini veri devono sapere che questa proprietà è qui e così sarà sempre».