Della Valle: «Tra noi e Juve la differenza nei diritti tv»

Arrampicatasi fino al terzo posto, con cinque punti di vantaggio sull’Inter, la Fiorentina mantiene però i piedi ben saldi per terra. «Tra Juve e Milan da una parte, noi dall’altra - dice il patron viola Andrea Della Valle - il gap c’è e sarebbe inutile negarlo. Cento milioni di euro in più nei diritti tv fanno la differenza. Comunque, noi ci siamo prefissi di raggiungere obiettivi importanti nel giro di due o tre anni. Quanto all’immediato futuro, se perdessimo le sfide dirette con Milan e Juve ci troveremmo al settimo o ottavo posto e i discorsi su di noi cambierebbero, anche se, in fondo, non succederebbe niente, perché rimarrebbe la serenità sul nostro obiettivo a medio termine». Nel futuro della Fiorentina ci sarebbe comunque Prandelli in panchina? «Non mi sono mai posto questo problema e soltanto nelle ultime ore ho sentito ventilare l’ipotesi di un suo addio. Ma con Prandelli ci capiamo e lui crede nel nostro progetto». E la sfida con la Juve, tra un mese? «Facciamo in modo che sia un momento di sport e non di guerra».