Vallettopoli, Lele Mora: nuovo interrogatorio a Roma

Roma - Oggi è stato ancora il turno di Lele Mora. L'agente delle star è stato ascoltato per circa un'ora a Roma, nell'ambito dell'inchiesta su presunti ricatti a vip. Il pm Vincenzo Barba ha secretato l'interrogatorio. Mora, accompagnato dalla sua legale, l'avvocato milanese Nadia Alecci, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione.
I magistrati romani lo accusano, insieme al fotografo Fabrizio Corona (trasferito ieri al carcere San Vittore di Milano) e alla soubrette Flavia Vento, di estorsione. La vicenda che li vede protagonisti ha per vittima il calciatore della Roma Francesco Totti. Ai due manager di Totti sarebbe stato imposto il pagamento di 50mila euro per non pubblicare un'intervista in cui la Vento rivelava i particolari di una presunta liason col calciatore. Sarà ascoltata martedì prossimo a Roma anche Nina Moric, modella e moglie di Fabrizio Corona, come persona informata dei fatti.

Nuove misure cautelari Intanto oggi il pm milanese Frank Di Maio ha inoltrato al gip Giulia Turri la richiesta di rinnovazione delle misure cautelari nei confronti del fotografo Fabrizio Corona e Lele Mora, in relazione a cinque episodi di presunta tentata estorsione trasmessi a Milano per decisione del tribunale del riesame di Potenza. Per quei reati il gip potentino Alberto Iannuzzi aveva disposto la misura cautelare del carcere per Corona e il divieto di espatrio per Mora. Non è noto quali misure abbia chiesto ora il magistrato milanese. La decisione del gip Turri dovrebbe arrivare entro il 17 aprile.