Valpolcevera: spuntano altri tre campi rom abusivi

Sono comparsi in Valpolcevera nuovi insediamenti rom. E scatta la protesta del consigliere Alessio Bevilacqua (Pdl) che denuncia: «Non sono aree attrezzate per ospitare dei campi non regolari; per una questione di sicurezza e di igiene il comune si attivi per fare subito gli sgomberi». La situazione è già stata denunciata in Municipio grazie all’interpellanza del consigliere che chiede al presidente di segnalare al Comune la questione affinché questo faccia subito le pratiche che portino il prima possibile ad uno sgombero.
«Si sono ricreati già tre insediamenti di campi rom abusivi in certe aree della Val Polcevera dopo gli sgomberi avvenuti in quest'estate - commenta Bevilacqua - Bisogna valutare che avere dei campi abusivi come quelli creatisi da poco è rischioso perché un accampamento non regolare ed attrezzato duraturo porta conseguenze di igiene pessime sia per le persone accampate che per i luoghi dove queste si accampano, creando delle vere e proprie discariche. È doveroso che ci sia un intervento da parte della civica amministrazione a fronte di questa situazione - continua il consigliere del Pdl - anche perché le aree dove si sono creati questi nuovi accampamenti non sono idonee per ospitare una tale occupazione, anzi sono pericolose; quindi anche per un crisma di sicurezza di queste persone è obbligatorio intervenire subito e con urgenza».