Valutazione del credito Guida per l’impresa agricola

Erogazioni: +10,8% in media nel 1° trimestre

Il credito e la finanza d’impresa rappresentano due fondamentali strumenti a sostegno dello sviluppo delle imprese e del territorio. Una diffusa «cultura d’impresa» e un’attenta gestione economica e finanziaria sono elementi determinanti per favorire la stabilità delle aziende agricole. I processi di sviluppo economico determinano, anche per l’impresa agricola, nuovi bisogni nel tradizionale rapporto banca-impresa, in particolare per ciò che attiene all’esigenza di un dialogo chiaro e trasparente, funzionale per l’acquisizione delle informazioni utili alla banca ai fini della valutazione del merito creditizio. Il sistema bancario, in linea con il secondo accordo di Basilea, ha adottato nuove procedure per una più attenta valutazione e una maggiore conoscenza dei soggetti finanziati al fine di ridurre i rischi connessi alle attività di finanziamento. In tale contesto si inquadra la collaborazione di Coldiretti con il Consorzio PattiChiari.
Da questo accordo nasce la «Guida per l’impresa agricola» che ha lo scopo di chiarire all’impresa i criteri utilizzati dalla banca per valutare le aziende agricole che richiedono un finanziamento. La Guida cerca così di facilitare il dialogo con la banca, invitando l’impresa a effettuare un’autovalutazione e un approfondimento interno finalizzato alla comprensione di tutte le informazioni utili all'esame di concedibilità. Risulta pertanto utile, in modo particolare, a tutte quelle realtà aziendali agricole ove non è prevista la redazione di un bilancio (persone fisiche e società semplici). Nella consapevolezza che il tessuto imprenditoriale agricolo è composto, in prevalenza, da aziende che operano in regime di contabilità semplificata, la Guida intende tracciare un percorso formativo ed informativo finalizzato alla comprensione delle dinamiche della gestione aziendale, anche attraverso la rappresentazione dei principali indicatori settoriali.