Van Basten: "Non siamo i favoriti dell’Europeo"

Il ct olandese si schernisce: "L’Italia ci ha dato fiducia. Dicono che ho sbagliato tattica, ma se si vince 3-0...". E stasera i tulipani sfidano la Francia, che ha bisogno di punti

Berna - «Aver battuto i campioni del mondo 3-0 non fa di noi i favoriti dell'Europeo». Marco Van Basten se la gode, ha recuperato Arjen Robben dallo strappo all'inguine e anche Robin Van Persie, si è preso la sua bella dose di critiche per non aver messo in campo il tradizionale 4-3-3 degli orange e ha replicato: «Se ho sbagliato la tattica, ma poi si vince 3-0 contro l'Italia, credo si debba stare zitti. Adesso dobbiamo ripeterci, la partita contro gli azzurri ci ha dato una grande fiducia ma non basta una sola prestazione positiva, con la Francia sarà una partita difficile, contro un'avversaria di grande qualità e ottime individualità. Loro dovranno giocare molto offensivi, noi per mentalità lo siamo sempre, quindi credo che sarà una partita molto spettacolare». Però questa Francia non sembra una macchina da gol, all'Europeo poi sotto rete è quasi un disastro. In una fase finale non segna da 186 minuti, rete di Henry contro la Svizzera, 21 giugno 2004, e anche con la Romania è finita in bianco: «La Francia forse non ha impressionato ma conosciamo la Romania, abbiamo avuto modo di confrontarci con la sua forza nelle qualificazioni, è molto difficile segnarle».

La formazione non la rivela, si lascia andare solo a qualche considerazione sui singoli: «Credo che Van Nistelrooy sia al top della forma, a Sneijder ho dato piena libertà di movimento e ne trae vantaggio tutta la squadra, Engelar è un giocatore intelligente che ci dà equilibrio fra i reparti».

Raymond Domenech invece si sta trasformando in gentiluomo, solidarizza con tutti, anche con l'Italia e dell'Olanda dice: «Non la si affronta certo con il sorriso sulla bocca». E poi alle critiche mosse da Gallas che lo ha accusato di eccessivo difensivismo contro la Romania, replica così: «Io avrei ordinato prudenza? No, ho solo detto ai difensori di fare i difensori».

Del resto con William Gallas è meglio non entrare in aperta polemica, lui è una specie di talismano, in coppia con Liliam Thuram la nazionale non perde da 19 gare e contro Van Nistelrooy il ct li piazza nuovamente assieme. Resta il dubbio Patrick Vieira in formazione, anche se il centrocampista è dato in recupero. I bookmakers pagano a 2,5 la vittoria dell'Olanda, 2,7 quella francese, pari quotato a 3, ma ai francesi non serve.