Van Gogh e Rembrandt, l’arte abita qui

Amsterdam è anche la città dei musei più bizzarri, per chi cerca altre emozioni, oltre a quelle che riescono a dare Rembrandt e Van Gogh. Di canale in canale si può cominciare dal Museo e Biblioteca di Amsterdam del Tatuaggio, che racconta l’arte della body-art da un punto di vista antropologico, e proseguire con quello dedicato all’Hashish e alla Marijuana che insegnerà tutto non sull’uso ma sulle piante e la loro coltivazione. Rassegne a tasso alcolico si alternano, invece, al museo della birra Heineken che nell’antica sede della fabbrica ricostruisce la storia e il processo di produzione, con immancabili degustazioni finali, mentre al Museo dei tropici, tra colori e suoni esotici, viene raccontata la vita africana, asiatica, indiana e sudamericana attraverso la pittoresca ricostruzione di souk, case da tè, villaggi.