Da Van Gogh a Guercino un week end di mostre

<p>
Ai Musei Capitolini il &quot;Seppellimento di Santa Petronilla&quot; del Guercino, al palazzo Ducale di Genova i capolavori di Van Gogh. Sono solo alcune delle mostre che prendono il via questo fine settimana in Italia
</p>
<p>
 
</p>

Milano - Quello che ci aspetta è un week end culturale che dà il via a una serie di mostre ed esposizioni di grande valore: da Genova a Milano, passando per Roma. Il tutto all'insegna dell'arte, della fotografia e della pittura. Spiccano i capolavori di Van Gogh al Palazzo Ducale di Genova e quelli di Guercino ai Musei Capitolini, ma venerdì si inaugurano anche altri eventi meritevoli di attenzione. Vediamo asdfvgb nnel dettaglio.    

Roma Nono appuntamento per l’iniziativa "Visti da vicino - Conversazioni con le opere d’arte" ai Musei Capitolini con il "Seppellimento di Santa Petronilla" del Guercino. Quello di domani è il penultimo dei dieci appuntamenti per vedere da vicino un’opera d’arte, nel corso dei quali le guide Fai (Fondo Ambiente Italiano) fanno riscoprire al pubblico opere già note, illustrandole con un’ottica diversa. Il "Seppellimento di Santa Petronilla" fu realizzato per uno degli altari della basilica di San Pietro in Vaticano dal pittore emiliano Giovanni Francesco Barbieri, detto il Guercino, su commissione di papa Gregorio XV Ludovisi, tra il 1621 e il 1623. 

L'archivio Al Maxxi della Capitale invece il primo appuntamento è dedicato ai più importanti archivi di arte contemporanea nazionale e internazionale. Dal 3 dicembre, infatti, partirà la mostra "Contemporaneo.doc/Docva. L’archivio di Careof e Viafarini". "Nato dal lavoro di due associazioni italiane, Careof e Viafarini, Docva - spiega la fondazione Maxxi - è uno dei più attivi archivi italiani, fondato a Milano nel 1991 sul modello del non profit americano". 

Arazi e terracotte I colori e le forme, l’abile introspezione della materia che prende corpo: affascina l’opera di Stefano Bianco, milanese, classe ’47, artista autodidatta con un atelier creativo nel pavese, ma anche uno spazio milanese, in via Pavia 8. Da sabato 27 novembre l’artista è a Roma con la sua esposizione dedicata ad arazzi e terracotte policrome nello spazio espositivo del Giuliocesare Showroom, 400 metri quadri nel centro storico di Roma (viale Giulio Cesare 73).  

Bergamo Fotografia e moda per rivivere i fasti della New York pop. Fino al 31 dicembre Fausti in piazza Libertà a Bergamo ospita una sofisticata exhibition di polaroid del famoso fotografo Christopher Makos, il ritrattista ufficiale di Andy Warhol, con uno speciale allestimento firmato Paul Smith. Makos, "il più moderno fotografo americano", ha immortalato l’epopea della Factory e dell’avanguardia artistica e musicale a stelle e strisce tra anni Sessanta e Ottanta.

Monza L’azienda di arredamento Arflex di Giussano (Monza) presenta, nel suo showroom in Corso Europa a Milano, la collezione di dipinti "Heroes", disegnata dall’artista milanese Marco Grassi a cui abbina, interpretando il tema, alcuni pezzi di design del suo catalogo.

Milano Un uomo, 70 ritratti: apre il 2 dicembre alla fondazione Forma di Milano "Mick Jagger. The photobook", la retrospettiva dedicata al leader dei Rolling Stones. La mostra arriva in Italia dopo il debutto ai Rencontres d’Arles con 70 ritratti realizzati dai grandi fotografi che dall’inizio della sua carriera a oggi hanno incontrato e fotografato Jagger. Dai primi scatti degli anni ’60 di Goodwin, Mankowitz e Perier, passando attraverso le sperimentazioni di Cecil Beaton, fino ai recentissimi ritratti di Annie Leibovitz, Karl Lagerfeld, Anton Corbijn, Mark Seliger e Bryan Adams. 

Aosta "Il Coraggio", la mostra di arte contemporanea organizzata dall’Assessorato all’istruzione e cultura in collaborazione con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo è l’evento espositivo invernale 2010 che sarà inaugurato domanil al Centro Saint-Bènin di Aosta. L’esposizione, che si concentra su piccole azioni emblematiche raccolte in diversi contesti, presenta le opere di venti artisti internazionali che traducono il tema del "coraggio" attraverso video, fotografie, istallazioni, performance e pitture. Tra gli artisti in mostra: Letizia Battaglia (Palermo, 1935), Rossella Biscotti (Molfetta-Bari, 1978), Maurizio Cattelan (Padova, 1960), Marta Dell’Angelo (Pavia, 1970), Donghee Koo (Corea del Sud, 1974), Lara Favaretto (Treviso, 1973), Nan Goldin (U.S.A., 1953),  

Bologna Si svolge domenica la quarta edizione di "Sbam! cultura a porte aperte": circa 70 musei, archivi, biblioteche e luoghi di cultura, pubblici e privati, dislocati in 32 comuni di pianura e di montagna, aprono le loro sedi, in molti casi gratuitamente, con un ricchissimo calendario di iniziative per ragazzi, bambini e adulti. Grazie a laboratori, visite guidate e mostre, conferenze, cacce al tesoro, letture e spettacoli, i visitatori hanno l’opportunità di conoscere il patrimonio librario, documentale, artistico, scientifico, archeologico, storico, etnografico della rete culturale del territorio.

Firenze "For the Love of God", il teschio tempestato di diamanti opera dell’artista inglese Damien Hirst, icona di arte contemporanea sarà in Italia per la prima volta. Precisamene, da oggi fino a maggio prossimo al Palazzo Vecchio. L’opera, realizzata nel 2007, ha un valore stimato di 100 milioni di euro. Finora è stata esposta solo a Londra tre anni fa, nella galleria White Cube di Hirst, e nel 2008 al Rijksmuseum di Amsterdam. Si tratta di un calco di platino di un teschio umano in scala reale tempestato di 8.601 diamanti al massimo grado di purezza o con pochissime imperfezioni, per un totale di più di un milione di carati. Sulla fronte è incastonato un grande diamante rosa a forma di goccia anche noto come "la stella del teschio". I denti sono stati ricavati da un cranio vero del Settecento acquistato da Hirst a Londra.

Genova Dal mare assoluto di Courbet a quello cristallino di Monet, dai campi di grano di Van Gogh alle montagne provenzali di Cezanne. Al palazzo Ducale di Genova dal 27 novembre è di scena il Mediterraneo, la grande mostra che raccoglie 70 capolavori provenienti dalle maggiori collezioni pubbliche e private internazionali. Un successo annunciato dalle oltre 40 mila prenotazioni già pervenute agli organizzatori, e uno sforzo finanziario che ha toccato i 2,8 milioni di euro. Una quarantina di capolavori di Van Gogh, provenienti dai maggiori musei olandesi e altri 60 dei maestri più celebrati del IX e XX secolo, racconteranno il viaggio fisico, geografico e interiore, nell’evoluzione artistica degli ultimi 200 anni. Tra i capolavori dell'artista olandese il celeberrimo "Autoritratto col cavalletto" del 1888, che sarà l’icona della rassegna.