Vancouver, è Di Centa il portabandiera azzurro

L'atleta azzurro sarà il
portabandiera alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi
invernali di Vancouver, in programma tra 100 giorni. Il bicampione olimpico di Torino 2006 è il quarto
fondista nella storia a fare l’alfiere ai Giochi

Torino - Sarà Giorgio Di Centa il portabandiera azzurro alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Vancouver, in programma tra 100 giorni. Lo ha annunciato, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’impegno tv di Sky per l’evento, il presidente del Coni, Gianni Petrucci.

L'alfiere ai Giochi Il bicampione olimpico di Torino 2006 è il quarto fondista nella storia a fare l’alfiere ai Giochi. L’ultima, infatti, è stata Fides Romanin nel 1952 ad Oslo. Quindi Di Centa sarà il primo fondista uomo del dopoguerra a portate la bandiera italiana ai Giochi Olimpici invernali. Quarto Alfiere ai Giochi Olimpici Invernali dello sci di fondo. Prima di lui Ferdinando Glueck (St. Moritz 1928), Erminio Sartorelli (Lake Placid 1932), Fides Romanin (Oslo 1952). Di Centa è nato a Tolmezzo il 7 ottobre 1972. Sposato con Rita, ha quattro figli, Laura, Martina, Gaia, William. Ha già disputato tre edizioni dei Giochi invernali (Nagano 1998, Salt Lake 2002, Torino 2006) conquistando due medaglie d’oro (50 km Mass Start e staffetta 4x10 km ) a Torino e un argento a (staffetta 4x10 km) a Salt Lake City. Ha iniziato a far parte della nazionale di sci di fondo nel 1988 prima nella junior poi nella senior, quando la sorella Manuela era già in prima squadra. Nel 1989 è entrato far parte del Centro sportivo Carabinieri di Selva Val Gardena. Ai Campionati mondiali ha vinto un argento (Pursuit 2005) e tre bronzi (Pursuit 2009, staffetta 4x10 km 1997, 1999). Nel 2006 è stato insignito dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi dell’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito delle Repubblica Italiana.