Per Vanna Marchi e la figlia tornano ancora in carcere

Sono state prelevate dai Carabinieri poco prima delle 17 dalla villa di Castel del Rio, dove le  donne avevano trascorso gli ultimi giorni<br />

Bologna - Vanna Marchi e la figlia Stefania Nobile sono state prelevate dai Carabinieri poco prima delle 17 dalla villa di Castel del Rio, sulla collina imolese, dove le due donne avevano trascorso gli ultimi giorni. Attorno alle 16 una "’Punto" con personale in borghese è arrivata assieme ad una "gazzella" dei carabinieri di Imola davanti alla casa dove da ieri sera stazionava un’altra auto dei militari.

Prelevate dai carabinieri
Ad aprire il cancello è stato Francesco Campana, compagno della Marchi, e le tre vetture sono entrate nel giardino. Sulla "Punto" sono state caricate tre voluminose borse e poco più tardi i cronisti, in attesa sulla strada da ieri pomeriggio, hanno riconosciuto Vanna Marchi e la figlia a bordo di due diverse auto che hanno imboccato la strada verso Imola, seguite da due "Smart" guidate dai compagni delle due donne.

Condanna definitiva Ieri la Cassazione le ha condannate definitivamente a 9 anni e 6 mesi e a 9 anni e 4 mesi di reclusione. Il dispositivo della suprema corte è arrivato verso le 13 alla Procura generale di Milano. Ora il sostituto procuratore generale Bruno Fenizia conteggerà la pena definitiva che le due donne devono scontare ed emetterà l’ordine di carcerazione.