Vanno al Bingo e abbandonano la bebè in auto

Piangeva disperatamente, agitando le manine, la piccola, otto mesi di vita appena, chiusa all'interno di un'autovettura in via Cerveteri in zona san Giovanni a Roma. A interromperne lo strazio alcuni passanti, che hanno chiamato la polizia. Poco dopo l'arrivo degli agenti che hanno trovato l'automobile chiusa e con il motore freddo (segno che era già parcheggiata da parecchio tempo), e all'interno la bimba in lacrime, sono arrivati la madre, una ventenne romena e il suo convivente, un 33enne italiano, prima accampando scuse banali, poi ammettendo che avevano lasciato la piccola per andare a giocare al Bingo.
Nel frattempo i molti passanti fermatisi per capire cosa accadeva e sentito il pianto della piccola, che non ha smesso neppure alla vista della madre, hanno tentato di aggredire i due, e solo l'arrivo di un volante ha permesso di disperdere la folla ed evitare quello che poteva trasformarsi in un linciaggio.
I due sono stati accompagnati al commissariato, dove finalmente la bimba, accolta in un ambiente caldo, si è calmata e ha smesso di piangere. Subito dopo è stata visitata all'ospedale San Giovanni. Le sue condizioni sono state giudicate buone, salvo il freddo che ha dovuto subire. Per i due è scattata la denuncia, in stato di libertà, per abbandono di minore. La polizia sta verificando se la giovane, che non aveva con sé documenti, sia in possesso di regolare permesso di soggiorno.