Varato il consorzio di garanzia

Gemina

Mediobanca e Unicredit, in nome e per conto di un consorzio, hanno stipulato con Gemina il contratto di garanzia relativo all’aumento di capitale da 1.249,4 milioni, deliberato dal cda di Gemina del 31 ottobre. L’offerta in opzione, per la parte residua rispetto a quella oggetto degli impegni assunti da alcuni azionisti di Gemina pari al 59,5% delle azioni oggetto dell’offerta, è assistita da un consorzio, appunto, che ha per oggetto un impegno di garanzia di massimo il 40,5% circa delle azioni oggetto dell’offerta. Quest’ultima è di 3 azioni per ciascun titolo posseduto, al prezzo di 1,31 euro (ieri 2,7 euro, meno 2,1%). L’opzione sarà esercitabile tra il 12 e il 30 novembre.