Varese elimina il Verona e sogna di tornare in A

Il Varese pareggia a Verona legittimando il 2-0 dell’andata ed approda alla finale. Protagonista della qualificazione Christian Terlizzi, 33enne difensore con sette campionati in A con Palermo, Sampdoria e Catania, tre gol decisivi nelle ultime tre partite, su rigore contro la Sampdoria nell’ultima giornata di campionato, di testa mercoledì per raddoppiare la rete di Kurtic e ancora di testa ieri al Bentegodi, al 77’, per mettere fine ai sogni-promozione del Verona. Terlizzi aveva accusato lo spogliatoio dopo il 3-0 subito proprio al Bentegodi nella penultima giornata di campionato ed era stato messo fuori rosa, reintegrato dopo i chiarimenti. E’ diventato il simbolo del nuovo Varese. Alla squadra di Andrea Mandorlini occorreva vincere con due gol di scarto per pareggiare il conto e far valere il vantaggio della classifica. E il colpo di testa del greco Taktsidis, su punizione dell’islandese Halfredsson al 20’ ravvivava le speranze dei 16 mila tifosi gialloblu e metteva paura ai 1500 varesini. Per difendere il tesoretto della gara di andata Rolando Maran aveva puntato sulla solidità difensiva, e sul contropiede di Nadarevic, Neto Pereira e Granoche, tattica giusta cui è mancato il gol per quattro esaltanti parate del brasiliano Rafael che ha evitato il tracollo ma nulla ha potuto sul colpo di testa di Terlizzi. Al Verona è mancata la convinzione di quella forza espressa in campionato con 15 vittorie casalinghe, forse supervalutando il 3-0 sul Varese di due settimane fa, non ha pressato in avanti. Nemmeno un tiro difficile per Bressan, una sequela di corner senza esito, le proteste per un presunto rigore di Troest sul centravanti Ferrari (troppo isolato dalle azioni). Non ha espresso nemmeno rabbia dopo il pareggio lombardo, aveva un quarto d’ora a disposizione per tentare il colpaccio ma ha desistito. Adesso sogna il Varese, mercoledì la prima verifica. Oggi in programma la gara di andata dei play-out Vicenza-Empoli (ritorno venerdì) e l’avvio delle finali play-off della Lega Pro per completare le promozioni per la Prima divisione: Pro Vercelli-Carpi e Virtus Lanciano-Trapani.