Per le variazioni catastali si va verso un rinvio della scadenza

Buone notizie per i romani che devono presentare la variazione catastale. La scadenza per la presentazione dei dati è stata prorogata oltre la data fissata del 31 ottobre. Il consiglio comunale ha, infatti, approvato tre mozioni (presentate rispettivamente dalla maggioranza, dal gruppo di An e dal capogruppo dell’Udc, Dino Gasperini) che impegnano il sindaco a concedere una proroga alla scadenza di fine ottobre. La richiesta era stata avanzata anche dalle associazioni Arpe-Federproprietà e Uppi (l’unione piccoli proprietari immobiliari) che all’inizio di questa settimana avevano sollecitato un incontro con il sindaco Veltroni. I tempi della proroga saranno stabiliti da una delibera che verrà discussa nei prossimi giorni. I contribuenti avranno, in tal modo, almeno un mese in più di tempo per espletare le procedure amministrative per la presentazione della variazione catastale. Intanto a Roma il catasto cambia. Il Consiglio comunale ha votato il decentramento delle funzioni catastali. In vista della consegna fissata per il 3 ottobre tutti i comuni italiani sono tenuti a comunicare all’Agenzia del territorio la loro eventuale adesione al decentramento. «In ogni caso - ha detto l’assessore capitolino al Bilancio Marco Causi - all’Agenzia del Territorio rimarranno vigenti gli stessi parametri per la valutazione catastale. Per quanto riguarda il Comune di Roma entro 15-18 mesi decideremo come applicare il decentramento».