Varsavia, nominato nuovo arcivescovo

Dopo 2 mesi di polemiche ieri l'annuncio tanto atteso: monsignor Kazimierz Nycz è il nuovo arcivescovo di Varsavia. La nomina decisa da Benedetto XVI vuole far voltare pagina alla chiesa di Polonia. La speranza, infatti, è di chiudere il periodo di inquietudine ed incertezza che si era aperto con la rinuncia dell'incarico di mons. Stanislaw Wielgus a seguito delle clamorose rivelazioni sui suoi contatti con i servizi segreti polacchi (Sb) durante il regime comunista. Difficile, tuttavia, per i fedeli, dimenticare il comportamento di monsignor Wielgus il quale solo un giorno prima del 7 gennaio scorso, data del suo ingresso in cattedrale, ha riconosciuto pubblicamente di aver «offeso la chiesa» non dicendo tutta la verità sul suo passato. Le tensioni suscitate dal caso Wielgus hanno scosso la comunità cattolica polacca, facendo di conseguenza accelerare la decisione dell'intero episcopato di sottoporsi alla verifica del materiale dell'Istituto di memoria nazionale che custodisce gli archivi dei servizi segreti.