Vasco: «Basta album, esco solo in rete»

Boom di contatti sul web per la nuova canzone. E lui: «D’ora in poi solo singoli da scaricare»

Boom di richiesta per il nuovo brano sul web di Vasco Rossi. Ieri, primo giorno in rete, c’erano già 70mila richiesta all’ora per scaricare la canzone e 200mila mail di ringraziamento al rocker. Vasco ieri ha preso di sorpresa i fan con la sua ultima iniziativa: il lancio del brano, Basta poco, in radio, su Internet e sui telefonini. Non sarà in vendita e non prelude a un album. «Ne farà tutt'al più parte quando verrà», spiegano nel suo entourage. Un «gesto artistico sovversivo» che si inserisce perfettamente all'interno di una rivoluzione, in atto da qualche anno a questa parte, nella fruizione e distribuzione della musica. Il Blasco confessa di essere «un po’ stanco di fare degli album» e intraprende così una nuova strada, come sempre suscitando reazioni entusiastiche. Una strada che molte star straniere conoscono bene: da David Bowie, primo ad aver utilizzato il web per lanciare la sua nuova produzione (nel '96), a Prince. «Vorrei fare una canzone alla volta - spiega Vasco -. Che magari ti scarichi da I-tunes e la inserisci nella tua playlist. Chissà quante playlist hai tu? Da ora in avanti te lo costruisci tu un album».
Basta poco è, per usare le parole dell’autore, «un modesto omaggio a Jannacci», una ballata provocatoria, ironica che ha il sapore delle canzoni scritte di getto e il tono graffiante di un disincantato osservatore della realtà contemporanea. Quanto all’omaggio a Jannacci, l’artista milanese che è il tutore della nuova satira da Teocoli e Paolo Rossi in poi, poche settimane fa, in un incontro pubblico a Roma, aveva espresso il suo sgomento nei confronti dell’Italia di oggi, «dove la gente pensa solo agli affari propri e va dagli strozzini per comprarsi la macchina nuova».
Non è difficile trovare la linea che unisce il suo mondo a quello di Basta poco leggendo questi versi della canzone: «E d’altronde è questa qui la realtà di questa vita Ci si guarda solo fuori Ci si accontenta delle impressioni Ci si fotte allegramente Come se fosse niente darei fuoco a casa tua se mi passasse il mal di dente... ».