Il Vaticano: ora gli ebrei aprano i loro archivi

Su Pio XII e sul suo presunto silenzio di fronte alla Shoah, il Vaticano ha pubblicato la gran parte del materiale a propria disposizione, sono altri a non averlo fatto: lo ha dichiarato monsignor Walter Brandmuller, presidente del Pontificio comitato delle scienze storiche, intervenuto alla presentazione delle iniziative della Santa Sede per ricordare la figura di Papa Pacelli in occasione del cinquantesimo della morte. «Non capisco - ha detto il prelato – certe lamentele. Il grosso della documentazione vaticana è accessibile e le cose più importanti sono state pubblicate da parte nostra. Piuttosto sono altri a non aver reso noto il loro materiale. Ci sono 15 archivi israeliani che hanno documenti ancora non visibili e lo stesso Jews World Congress finora non ha aperto il proprio archivio».
Per ricordare Pio XII, si svolgeranno un convegno sul suo magistero che ha preparato il Concilio Vaticano II, presentato dal rettore della Lateranense Rino Fisichella (nominato due giorni fa anche presidente della Pontificia accademia per la vita) e una mostra fotografica nel Braccio di Carlo Magno. Il convegno si terrà dal 6 all’8 novembre, mentre la mostra dal 21 ottobre al 9 gennaio 2009. Padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa vaticana, ricordando anche altri due eventi – un convegno a Gerusalemme e un incontro promosso da ebrei americani a Roma – ha precisato che le iniziative non sono in alcun modo legate alla causa di beatificazione: da un anno ormai la Congregazione dei santi si è pronunciata in favore delle virtù eroiche di Pacelli e si attende ora la decisione di Ratzinger. Per quanto riguarda l’iniziativa degli ebrei americani, nei giorni scorsi un gruppo di sopravvissuti all’Olocausto ha voluto esprimere a Ratzinger la propria gratitudine per l’aiuto ricevuto da Papa Pacelli durante la persecuzione antiebraica: Gary Krupp, presidente della «Pave the Way Foundation», ha voluto incontrare Benedetto XVI per presentargli il simposio che settembre, a Roma, approfondirà il tema dell’aiuto offerto agli ebrei da Pio XII.