Vecchi frigoriferi ovvero i «Devoradores de energia» cubani

Cinquanta elettrodomestici degli anni ’50 rivisti e corretti da altrettanti artisti sono in mostra alla Triennale Bovisa

Di notte sonnecchiavano ronzando nel buio delle cucine di qualche casa affacciata sul Malecón.
Poi, la decisione di Fidel Castro di sostituire questi frigoriferi con altri più nuovi, e che consumassero meno, ne aveva decretato la fine. Ma non si sono certo persi d’animo. Simbolo di sviluppo, sospesi tra sogno e realtà, questi frigoriferi si sono spogliati di quell’aria un po' obsoleta anche se piena di fascino e si sono concessi di passare direttamente al sogno. Non sono più “solo” frigoriferi, ma, grazie a 50 artisti cubani, sperimentatori di trasformazioni innovative. In pensione? Neanche per sogno. Quando per questi «mostri divoratori di energia» ticchettava l’ora della fine, Mayito, Mario Miguel Gonzalez insieme a 50 artisti cubani ha trasformato questi elettrodomestici in testimonianze di scampoli di passato, pezzetti di storia, sogni e passioni, protagonisti della mostra «Devoradores de energia» che inaugura stasera alle ore 21.30 in occasione del grande evento Havana Club «Aspettando il solstizio d’estate», parte della fitta agenda di appuntamenti di «Estate Bovisa» che da giugno ad ottobre 2007 propone musica, cinema, mostre e lectures, che si vanno ad aggiungere al fitto calendario de «La Bella Estate» patrocinata dal Comune di Milano Settore Sport e Tempo Libero. Così in un clima di festa ispirato alle atmosfere della Isla Grande si alterneranno performance live di Saturnino, Ernestico, Marco Fullone e Simona Bencini, Dj set di Andrei Roman e Di Rocco, e tra musica e arte contemporanea questi vecchi frigo un po' ingombranti che per tanti anni hanno fatto da spettatori alla preparazione di pietanze e chiacchierate intorno ad un tavolo nelle case di Cuba, e che dopo la tappa milanese gireranno Europa e Asia, tornano sotto i riflettori, spogliati della loro potenza e del loro senso primario, diventando opera d’arte che racconta ricordi e sogni, per riscoprirsi un’anima ruggente, e tramutarsi in cofano di motore di un’auto rossa fiammante, o trafitti da remi.
Devoradores de energia. 50 frigoriferi degli anni 50 trasformati da 50 artisti cubani A cura di Mario-Miguel Gonzalez (Mayito), Jean-Marc Ville- Triennale Bovisa Via Lambruschini 31, Milano, 20 giugno - 10 luglio 2007. Orario: dalle 11.00 a mezzanotte, chiuso il lunedì. Ingresso libero. www.triennalebovisa.it).