Del Vecchio, salto europeo nell’immobiliare

Il patron di Luxottica diventa primo azionista del gruppo francese Foncière des Régions

da Milano

Colpo grosso di Leonardo Del Vecchio che diventa il maggior azionista del primo polo immobiliare europeo. Secondo gli accordi stipulati sabato sera con il gruppo francese Foncière des Régions, il patron di Luxottica scambierà la partecipazione in Beni Stabili (34,6% che salirà al 40% dopo la conversione del prestito obbligazionario) detenuto dalla sua finanziaria Delfin, per diventare il primo azionista di Foncière des Régions con il 20,9%. «Per me si tratta di un piano di sviluppo, non di una cessione di azioni», ha precisato Del Vecchio durante la presentazione dell’operazione alla comunità finanziaria. Il patron di Luxottica ha aggiunto che «dopo molte ricerche ho trovato un partner europeo che ha sede in Francia con un’importante presenza in Germania e ha iniziato a lavorare in Belgio».
L’operazione darà vita al primo gruppo immobiliare paneuropeo con un un attivo patrimoniale per 14 miliardi di euro sparso in Francia (53%), Italia (30%) e Germania (17%). Si tratta di immobili per la maggior parte in locazione che beneficiano del nuovo regime fiscale delle Siiq, società di investimento immobiliare quotate, già presente in Francia e che fra poco verrà introdotto in Italia e Germania.
Del Vecchio affiancherà gli storici soci di Foncière, Batipart (che dopo l’operazione deterrà il 16%) e General Electric France (10%), mentre il flottante sarà del 47,1%. I tre azionisti stipuleranno poi un patto parasociale di durata quinquennale, il presidente sarà Charles Ruggeri, numero uno di Batipart a cui spetterà la gestione operativa della nuova società mentre Del Vecchio sarà vicepresidente.
L'operazione prevede che dopo l’ok da parte dell’assemblea degli azionisti di Foncière, in agenda il prossimo 4 maggio, il gruppo francese dovrà lanciare un’Ops (offerta pubblica di scambio) anche agli azionisti di minoranza di Beni Stabili alle stesse condizioni proposte da Del Vecchio: un’azione Foncière ogni 100 titoli Beni Stabili. Secondo gli analisti l'Ops valorizzerà Beni Stabili 1,41 euro per azione, il 10,5% in più rispetto alla media dei prezzi del titolo negli ultimi 30 giorni.