Da Vecchioni a Cristicchi È la Sapienza che si diverte

Arte, musica, cultura. E soprattutto giovani, vista la location: i viali dell’ateneo più antico d’Europa. Apre i battenti il 10 luglio la III edizione di «Estate alla Sapienza», manifestazione che vedrà alternarsi eventi gratuiti e per tutti i gusti, con esibizioni di artisti affermati e gruppi di docenti o studenti. A dare il via il concerto di Roberto Vecchioni (ore 22), cantautore e in più docente della prima università della capitale sul palco principale. Lo stesso spazio fino al 29 luglio proporrà al pubblico giovani musicisti. Il palco Acousticampus, invece, sarà riservato alla classica e al jazz con l’alternanza di giovani gruppi e ensemble conosciute e con il coinvolgimento dei conservatori di varie zone della penisola.
Tra il 14 e il 16 ci saranno 3 esibizioni tutte al femminile per interpretare il jazz tra Roma e New York, con Patrizia Scascitelli, pianista capitolina, che si è formata al conservatorio di Santa Cecilia; Daniela Schachter, artista messinese da anni residente negli Stati Uniti; e la sassofonista Ada Rovati.
L’area della Scalinata della Minerva sarà dedicata agli incontri, ai dibattiti e alle tavole rotonde e in seconda serata ci saranno le proiezioni cinematografiche di rassegne d’autore, corti e documentari. Spazio anche al teatro con «Sipario Sapienza» e alla fotografia con «Ritratti d’estate». In più un’area della città universitaria sarà affidata a Radio Sapienza, la radio dell’ateneo che seguirà gli eventi della manifestazione in collaborazione con Radio Rai. Gran finale della kermesse, inserita nell’ambito dell’Estate Romana, il 29 luglio con il concerto di Simone Cristicchi, ultimo vincitore del festival di Sanremo.