Vecchioni e il vizietto della «protezione»

«Il libero mercato agroalimentare, la globalizzazione delle commodities agricole, non può non essere guidata», così dice il presidente della Confagricoltura Federico Vecchioni. Ma che bella idea! Urca, non ci aveva pensato nessuno prima: che si guidi il libero mercato. E a farlo chi ci mettiamo? Vecchioni, un politico, un economista. Sarà così un trust di cervelli a decidere le colture, i prezzi, le quantità: a guidare il mercato. È incredibile, nonostante la giovane età, il vizio della protezione quando si passa per i Palazzi romani diventa malattia. Senile.